Crea sito

Dentro ad ogni persona ci sono dolori che nessuno conosce

Dentro ad ogni persona ci sono dolori che nessuno conosce.

Dentro ad ogni persona ci sono dolori che nessuno conosce, sacrifici che nessuno ha asciugato, cicatrici che nessuno ha curato. Ci sono sentimenti che nessuno potrà mai giudicare perché nessuno ha pianto le stesse lacrime, sofferto lo stesso dolore…
Ognuno di noi conosce quello che tiene chiuso dentro al cuore e che nessuno al mondo deve permettersi di giudicare!

Guardati. Vorrei che ti guardassi come io ti sto guardando. Vorrei che percepissi la rabbia del cambiamento che ti sta attraversando. Vorrei che ti ammirassi, così come sei adesso, vestita di abiti sottili che vorrei sfilarti lentamente.

Guardati. I capelli raccolti. Un equilibrio ancora instabile – condividi la leggerezza del tuo peso con l’albero che ti sta a fianco – ma pur sempre un equilibrio. Se tu ti voltassi ed io potessi vedere il tuo sguardo posarsi sui miei occhi, ora, sono sicuro che avresti un’espressione fiera.
Guardati, ma non guardarti indietro. Il peggio è passato. Fino a qualche mese fa non l’avresti mai detto, non l’avrei mai detto: trascorrevi la notti a cancellare ciò che la tua mente ti indicava essere superfluo; così facendo cancellavi tutto.
Ti ricordi? Ero appena tornato a casa e tu mi attendevi sul nostro divano blu. Fui sopreso dalla tua domanda. Mi cucini qualcosa?
Fu la prima cena che non cancellasti. E pensare che non riuscimmo nemmeno a finirli quegli spaghetti per quanto erano piccanti.

Guardati. Guarda l’orizzonte, guarda come hai sconfitto il male.
Dici che è tutto merito mio ma non ne sono poi così convinto. Potrò aver acceso in te il coraggio, la consapevolezza di voler guarire, senza dubbio; ma hai camminato da sola, hai tagliato da sola il traguardo, senza appoggiarti a me. Che vittoria sarebbe stata, altrimenti?

Ora però smetti di guardarti e vieni qui, dolcezza.
Voglio fare con te
ciò che la primavera fa con i ciliegi.

error: Content is protected !!