Ho rotto con la persona che amavo, ed era più difficile di quanto pensassi

Dicono che quasi tutto ciò che inizia deve finire, anche se, naturalmente, ci sono delle eccezioni. Come quando dovresti finire con qualcuno che non vuoi lasciare andare. È molto più difficile di quanto pensassi.

La rottura è una schifezza. Non avrei mai pensato che avrebbe fatto tanto male, perché quando rompi con qualcuno, dovrebbe essere perché non sei più innamorato, giusto? Bene, no. Non sempre.

Stavo uscendo con un uomo perfetto. Beh, non era davvero perfetto, ma ero molto, molto vicino alla perfezione. Era gentile, dolce, divertente, totalmente affascinante. In sostanza, era quello che avevo sempre desiderato in un ragazzo. Aveva un paio di incredibili zigomi. (Non sottovalutare mai il potere degli zigomi pronunciati). Inoltre, c’era un vantaggio: ci siamo trovati benissimo fin da subito! Durante i primi due anni abbiamo sempre riso, scherzato, ci siamo abbracciati, improvvisando attività o studiando insieme. Ci siamo divertiti moltissimo ma questo era all’inizio.

Tutto era perfetto ma improvvisamente ho visto la nostra relazione da una prospettiva completamente diversa. Improvvisamente è stato difficile per me connettermi con lui. Stava diventando sempre più difficile essere sulla stessa pagina. Ho iniziato a sentirmi stanca e ad essere un cinica, ma ho preferito pensare che fosse solo una fase o qualcosa che succede in qualsiasi relazione dopo un cambiamento di vita.

Finché un giorno ho capito: non era una fase. Eravamo diversi. Siamo sempre stati diversi. All’improvviso, sembrava impossibile avere una vera connessione con il mondo reale. E logicamente, tra di noi c’era molta distanza, un abisso che cresceva così rapidamente che avevo paura di rimanere intrappolata per sempre. Ero esausta di continuare a provare, sperando che lui potesse notare ed essere in grado di tenere la mia mano per assicurarsi che non cadesse oltre il limite. Ma non aveva senso. Non mi muovevo. Neanche lui. La tempesta non si era calmata. Non voglio continuare questa relazione, avevo pensato.

Il mio cuore affondò nel mio stomaco. Non ero mai stata in una situazione simile. La mia prima relazione finì in una catastrofe. Non c’erano segni premonitori, semplicemente esplose. Anche se era una situazione molto triste, era molto ovvio che cosa doveva accadere. Il mio ragazzo era un idiota, mi ha trattato male, ci siamo separati, mi sono trasferita, e basta. Ma questa volta era diversa. Ho sempre amato quel ragazzo. Ero sempre preoccupata per lui, inoltre, era uno dei miei migliori amici. Ma sapevo che come coppia non potevamo più stare insieme. Aveva molti sentimenti e pensieri che non trovavano alcun senso.

La parte più difficile di interrompere la relazione con una persona che ami è che prima devi convincerti di farlo. Certo, sai che è la decisione migliore, ma questo non significa che sarà facile. In effetti, senti così tanto dolore, su così tanti livelli diversi, che non sai mai quale debba essere elaborato per primo. Ti senti come un criminale che sta per pugnalare il tuo migliore amico dopo tanti anni di promesse. Ti senti un’immensa solitudine, perché stai perdendo uno dei tuoi più stretti compagni; a cui hai inviato messaggi di “buongiorno” e “buonanotte” ogni giorno. Provi angoscia perché continui a ricordare ogni volta che ascolti una canzone alla radio, o quando ti siedi per mangiare nei posti in cui avete pranzato insieme, o quando trovi qualcosa che hai dato via molto tempo fa.

In mezzo a tutti quei ricordi, senti ancora un grande bisogno di mandargli un messaggio di testo e dirgli tutto quello che sta succedendo, perché è stato lui ad asciugare le tue lacrime. Tutto è molto doloroso e raggiunge il punto in cui, oltre a tutto ciò che senti, inizi a dubitare. Com’è possibile che la decisione giusta ti faccia venir voglia di stare a letto tutto il giorno con la testa sotto le lenzuola?

Ci è voluto del tempo, ma alla fine ho capito che è del tutto normale. A volte, la decisione migliore è la più difficile. Non potevo ‘aggiustare’ i miei sentimenti. Ho organizzato ciò che potevo semplicemente terminando una relazione che era danneggiata. Era la cosa migliore per entrambi, anche quando non sembrava così all’inizio. Tutto quello che potevo fare era lasciare che le mie emozioni passassero su di me e poi iniziare il processo di guarigione.

Questo è quello che è successo. Giorno dopo giorno, mi sentivo meglio. Grazie a un sacco di episodi di New Girl su Netflix (15 episodi a notte), ai miei amici e alla scrittura, ho iniziato a sentirmi normale di nuovo.

So che tutti dicono che non è opportuno prendere misure drastiche dopo una pausa, ma non sono d’accordo. Mi sono tinta i capelli color porpora e poi mi sono sentita potente. Ho iniziato a fare cose che erano totalmente nuove per me e solo per me. Questo mi ha ricordato che allontanarsi da ciò che ci è familiare può essere spaventoso, ma allo stesso tempo, esplorare l’ignoto può essere molto eccitante.

Dopo settimane di torture emotive, ho interrotto la mia relazione con lui. E nonostante sia stata la cosa più straziante che ho dovuto fare, in fondo ho sempre saputo che era la decisione giusta. Rompere con qualcuno che ami è terribile. Ci porta una tremenda paura ma, molte volte, è necessario per raggiungere un posto più felice.

Ricorda: quando hai il cuore spezzato, è facile sentire di essere l’unica che ha attraversato una tale situazione, ma la verità è che non sei sola. Inoltre, sei favolosa e lo sarai ancora di più quando raggiungerai la vetta, molto più forte di prima.

error: Content is protected !!