Mi sono abituata alla tua assenza anche se non credevo fosse possibile:

Mi sono abituata alla tua assenza

anche se non credevo fosse possibile:

adesso non mi sento più così sola in mezzo ad una folla di gente solo perché mi manchi forte da non respirare

ho smesso di aspettare una tua chiamata

come quella solita

prima di addormentarmi

ho smesso di cercarti negli altri

di vedere in te il mio unico conforto e  ho smesso di desiderare che tu possa apparire  davanti a me in qualsiasi momento della giornata

quando non me l’aspetto

per sentirmi un poco meglio

ho smesso di vederti negli angoli della città quando le luci sono tutte accese sulle mie debolezze

ho smesso di dire il tuo nome per errore tra le cose che dico

solo perché l’ho ripetuto così tante volte che è quasi automatico

e non chiamo nessuno col tuo nome

e non vedo i tuoi occhi se chiudo i miei.

Mi sono abituata alla tua assenza perché adesso sto bene senza te e non ho la necessità di immaginarti dove non puoi stare

nè di credere che senza te andrà tutto per forza male

mi sono abituata alla tua assenza perché avevano ragione tutti quanti quando me lo dicevano,

ad un’assenza ci si fa l’abitudine

non è facile, però succede

e dopo un po’ si ritorna a vivere.

Io mi sono abituata alla tua assenza

e da quando ce l’ho fatta non stai più nel registro delle chiamate inviate

nè dentro ai miei appunti per la scuola

nè tra le cose da dimenticare

però ancora adesso se il tuo ricordo mi cade negli occhi non riesco a non tremare

e se la notte non ho sonno e mi vieni in mente mi crolla tutto il cielo addosso

perché mi sono abituata alla tua assenza

ma non alla tua mancanza.

Se vuoi restare aggiornato seguici sulla nostra pagina Facebook Liquid Lives e Empatia.

error: Content is protected !!