Se lo lasci andare, non è detto che ritorni.

Se lo lasci andare, non è detto che ritorni.
Se lo lasci andare,

non è detto che ritorni.

Ci sono cose,

che vanno prese come sono.
Ogni treno che vedi passare,

è un occasione che perdi

per ripartire.

Ci sono treni e treni.

Come amori e amori.
C’è la paura di cambiare…

e quella di non farcela.

C’è un punto fermo…

e tutto il resto che si muove.
Ci sono milioni di ragioni

per restare.

Milioni per andare via.

Ci sono milioni di parole

in un milione di persone.

E una sola persona che con

una sola parola…

ti fa impazzire.
Se trattieni il cuore,

non è detto che riesca a respirare.

Vabbene…

la Vita è un altalena!

Ma devi sempre ricordarti

di farti leva su te stessa,

se hai paura che qualcun’altro,

poi… ti spinga troppo forte.
Ma se mi dessi modo di parlati,

Io proverei a spiegartelo…

qual’ è la differenza tra

un diamante grezzo ed un granello.

Perché ti sto dedicando tutto questo

tempo, in cambio solo di un gettone

per entrare dentro il tuo.
E per quanto tu possa credere,

che tutto questo sia impossibile,

ci sono cose da cui non puoi scappare:

tipo due occhi…

che sanno farti bene,

ma sanno anche farti male.
Se ti chiudi a chiave dietro ad una porta,

non è detto che sia così sicuro.

C’è sempre qualcuno che arriva

all’improvviso e te la sfonda.

Ma bisogna volerlo veramente,

per aprirne una senza fare forza.

Ladri di galline…

non riusciranno mai

a entrare dentro un cuore,

senza che tu li senta.
E tu che cosa pensi?

Conta così tanto far rumore?

O forse è meglio fare piano,

e non rischiare che tutto scappi via!
Ci sono giorni in cui la testa

sbatte contro qualsiasi muro.

Ci sono muri e muri.

Milioni di mattoni incollati

su altri milioni di mattoni.

E poi ci siamo noi…

che siamo come il cartongesso:

sembriamo duri fuori,

ma siamo vuoti dentro.
Tutto sta nel volerlo fare veramente.

Piano piano riempire quel vuoto.

Afferare tutte quelle cose

che si muovono e metterle lì dentro.

Quello…

io credo sia l’ AMORE.

Ma non potrei mai…

e poi mai, riuscirci io da solo.

Quindi vuoi sapere

proprio cosa penso?
Che sei tu quel treno in

cui voglio salire,

se mi verrà voglia di partire.
Sei tu il mio punto fermo,

ora che ho scelto di restare.

– Germano Arianna.

error: Content is protected !!